La perla del Brenta. La leggenda di Sofia e del campione

Loris Giuriatti
Fare il ciclista all’inizio del Novecento è come guidare una carovana di coloni nel Far West. Tutto ancora da fare, da scoprire, da inventare. Ed è proprio questo ad attirare Alfredo Dinale. La sua è un’adolescenza scandita dalle salite e dalle discese in sella alla bicicletta, rincorrendo il sogno di diventare un campione del ciclismo. Ma l’età dell’avventura spensierata dura poco, perché Alfredo è nato nel 1900, l’anno più sfortunato del secolo, e nella provincia prealpina di Vicenza, la più sfortunata d’Italia in quel periodo. Quando la guerra inizia a infuriare sulle montagne, il giovane si arruola nell’esercito come portaordini sul Brenta. In uno dei tanti, interminabili giorni di guerra, Alfredo conosce un giovane Ernest Hemingway. Eppure l’incontro che gli cambia la vita è un altro, con Sofia. La ragazza gli offre in dono quello che all’apparenza sembra essere un comune sasso di fiume. Una volta finita la guerra Alfredo tornerà a correre e incomincerà a vincere tutto, fino ad arrivare alla medaglia d’oro olimpica nel 1924. Ma soprattutto dovrà fare i conti con una galassia di amici di infanzia disgregata dal fronte e dalle migrazioni..

Rizzoli, 2023
pagine 240
ISBN 9788817182591

Scrivi un commento al libro

  1. SaraCampei

    26-05-2024 21:28

    Libro discreto.
    Ci sono alcune parti interessanti, soprattutto durante gli eventi bellici, ma tutto sommato il racconto è poco coinvolgente.

  2. bookgirl

    04-05-2024 16:41

    Wow, sono colpita profondamente dalla storia di questo campione ciclista. Meglio dire forse un campione nel cuore? Una leggenda che viene svelata, non mancano né suspense né particolari aneddoti. Veramente interessante, leggetelo tutti!